Braceria steakhouse Agropoli

Braceria steakhouse Agropoli, carne alla griglia d’alta qualità

La braceria steakhouse Agropoli Lamione da Dorotea offre piatti con i migliori tagli di carne del mondo.

Siamo specializzati nella cottura alla griglia delle tante specialità che abbiamo individuato per voi.

Passione e voglia di stupire ci spingono a scegliere sempre nuove materie prime. E’ per questo se al Lamione potrai trovare tagli particolari provenienti da ogni parte del mondo.

Dall’estremo Oriente abbiamo deciso di carpire quello che è considerato il miglior taglio di carne del globo: il kobe di manzo giapponese.

E’ ottenuta da un’antica razza di manzo, il wagyu, allevato nella prefettura di Hyogo, nella città di Kobe. Ciò che rende unica al mondo questa carne è l’elevato grado di marezzatura e la marmorizzazione, cioè la perfetta distribuzione del grasso al suo interno.

Braceria steakhouse Agropoli nel Cilento

Come la carne di Kobe, tutti i tagli disponibili presso la steakhouse ad Agropoli sono certificati. Questo garantisce genuinità e la possibilità di degustare tagli difficili da trovare in altri ristoranti.

Come nel caso della picanha, in arrivo direttamente dal Brasile, dove è uno dei piatti più diffusi.

La picanha alla griglia è realizzata infilzando allo spiedo piccoli tagli di quella che in Italia è conosciuta come “codone”, “punta di sottofesa” o “copertina dello Scamone”.

Dal Brasile ci spostiamo in Argentina per conoscere il caratteristico Angus. Un taglio di carne succoso, morbido e delicato. E’ ottenuto da caratteristici bovino di pelo scuro, imponenti, diffusisi dalla Scozia.

Braceria steakhouse Agropoli, un must per i cultori della carne

Dall’Argentina passiamo alla Spagna, con la pluma iberica, ricavata dall’estremità inferiore del lombo del maiale iberico.

La forma ricorda appunto quella di una piuma. Particolarmente intenso è il sapore, reso tale dall’alimentazione di animali la cui alimentazione base è costituita da ghiande di quercia.

Restiamo ancora in Spagna per conoscere la bistecca di Patanegra, ottenuta dal suino iberico. Il termine Patanegra deriva dalla caratteristica del taglio. Il maiale infatti tende a coricarsi sempre sulla stessa coscia. Che quindi sarà più esposta ad umidità e sporcizia. E’ per questo che l’altra coscia, quella qualitativamente migliore, viene segnalata dall’allevatore con una X nera. Di qui il nome “Patanegra”.

Chiudiamo con il tomahawk di Angus. Un gigantesco taglio di carne particolarmente iconico, la cui forma richiama quella della caratteristica ascia degli indiani d’America. Un’autentica sfida per ogni carnivoro!