Le ricette di Carnevale nel Cilento

Le migliori ricette di Carnevale del Cilento

E’ tempo di scoprire le più interessanti ricette del Carnevale nel Cilento, vere e proprie tradizioni che ritornano proprio in questi giorni.

La giornata di Sant’Antonio Abate, che quest’anno cade mercoledì 17 gennaio, segna l’inizio del periodo del Carnevale.

Un momento dell’anno ricco di rituali ed usanze, comprese quelle culinarie, che in Cilento significa soprattutto chiacchiere e polpette.

Non mancano di certo piatti che sono simboli assoluti del periodo carnevalesco, come ad esempio la classica lasagna.

Ma molto probabilmente le chiacchiere e le polpette cilentane simboleggiano meglio di qualsiasi altra ricetta questo periodo a tavola.

Le ricette di Carnevale nel Cilento, le polpette

Chi non ama le polpette, uno dei piatti più classici e tradizionali che si conoscano.

La versione di Carnevale propria del Cilento rispecchia in toto la cucina territoriale e la cultura contadina, con ingredienti semplici e poveri.

Innanzitutto c’è da dire che le classiche polpette di Carnevale del Cilento sono prive di carne: in questo caso gli ingredienti più importanti sono le patate.

queste vanno lavate, pelate, lessate e poi schiacciate.

Aggiungiamo le uova, il pane raffermo, prezzemolo, sale, pepe e il formaggio, rigorosamente caprino grattuggiato.

Mescoliamo e formiamo le caratteristiche polpette.

Le friggiamo, ne asciughiamo l’olio in eccesso e poi le serviamo ben calde.

Perfette come antipasto, secondo o contorno. Ma anche per uno sfizioso aperitivo.

Le ricette di Carnevale nel Cilento, le chiacchiere

Altra ricetta tipicamente carnevalesca è rappresentata dalle chiacchiere. In questo caso parliamo di un dolce dolci-carnevale-cilentorealizzato un po’ in tutta Italia anche se conosciuto con nomi diversi.

La chiacchiera si ottiene lavorando farina, uova, burro, sale, zucchero e vino bianco secco fino ad ottenere un impasto che poi dovrà essere lavorato con la macchina fino ad ottenere una sfoglia di uno spessore di un paio di millimetri.

Con la caratteristica rotellina ritagliamo la pasta e la lavoriamo per darle la forma che vogliamo.

Friggiamo le chiacchiere in olio bollente. Le asciughiamo e le spolveriamo di zucchero a velo.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *